fbpx

STAGING THE ARCHIVE

Pratiche artistiche e curatoriali per valorizzare gli archivi

CORSO

online + offline

DATE

dal 01 al 21 marzo 2021

Il corso ragiona sulle molteplici accezioni del concetto di archivio a partire dalla collezione privata, come forma di ossessione personale, per arrivare ai fondi pubblici, storici e contemporanei. In Italia esistono migliaia di archivi censiti e non, dall’accumulazione di oggetti alle immagini presenti nei nostri smartphone, dagli archivi istituzionali, costruiti scientificamente, ai magazzini ricolmi di materiali e documenti appartenuti a personaggi più o meno noti.

Negli ultimi anni, gli archivi vengono interpretati da artisti, architetti, musicisti e curatori come sistemi attivi, per superare il concetto tradizionale di deposito inerte. Questo approccio ci dimostra che gli archivi possono essere “messi in scena” in maniera performativa e tornare a vivere.

Durante la prima parte online, il corso approfondirà le numerose accezioni del concetto di archivio, dalla collezione personale al fondo pubblico. A partire dalle fonti bibliografiche suggerite, ogni studente potrà sviluppare una sua visione personale. Quando il modulo si svolgerà in presenza, a Catania, saranno organizzate visite a collezioni private e museali ed esplorazioni urbane, affinché l’archivio possa prendere vita e movimento nelle sue declinazioni. E nelle interpretazioni di ogni studente.

– Analizzare le pratiche artistiche contemporanee
– Effettuare una rielaborazione critica del patrimonio storico
– Saper generare nuove connessioni tra enti pubblici e privati, artisti, tematiche e pubblico

TUTOR

Emilia Giorgi

Emilia Giorgi (Roma, 1977) è storica dell’arte e curatrice di architettura contemporanea, con approccio interdisciplinare. Dal 2002 al 2009 lavora con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tra le altre attività alla definizione del programma culturale del MAXXI – Museo Nazionale delle arti del XXI secolo (Roma), dove lavora dal 2009 al 2012. Dal 2012 è curatrice indipendente e collabora con istituzioni come La Triennale di Milano e la Fondazione Feltrinelli, il Centro Pecci di Prato, l’Istituto Centrale per la Grafica, la Fondazione VOLUME!, la Fondazione Pastificio Cerere (Roma), il Museo Marino Marini (Firenze), lo IUAV di Venezia. Nel 2015 cura la sezione Cut and Paste del Padiglione Italiano (diretto da Cino Zucchi) della Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Cura le mostre Vittorio Giorgini e Relics of Now per la Milano Arch Week (2017, 2018) diretta da Stefano Boeri. Autrice di numerose saggi e pubblicazioni, è stata responsabile architettura per Artribune e scrive per le principali testate italiane, come Il Manifesto, Flash Art, Domus, Abitare, Icon Design, La Repubblica. È nel direttivo dell’IN/ARCH – Istituto Nazionale di Architettura del Lazio.

emilia-giorgi-red
emilia-giorgi

PARTNER

Unfold

Fondata nel 2017 da Pietro Scammacca, UNFOLD è un’associazione culturale no-profit con sede a Palazzo Biscari, nel cuore di Catania. L’associazione ha come scopo principale di ideare e produrre mostre di arte contemporanea e progetti
site-specific in luoghi di interesse storico-artistico siciliani. Avendo sede nel centro storico di una città diventata barocca dopo il tragico terremoto del 1693, UNFOLD dedica particolare attenzione alla cultura barocca e alla sua potenziale reinterpretazione e riarticolazione attraverso la ricerca artistica contemporanea. Un catalizzatore per l’innovazione culturale, UNFOLD lavora con un’ampia rete di professionisti per produrre ricerca critica ed interdisciplinare.
www.un-fold.org

logo_unfold_red
logo_unfold

INFORMATIVA PRIVACY E COOKIES

HERITAGE INNOVATION © 2020
Made by DEREIN /// with S4Creations | Design Studio